23 dicembre 2012

Corsi abilitanti alla professione di Guida Turistica ad Asti e Cuneo



Come precisato dalla L.R. 33/2001 del Piemonte, l'abilitazione all'esercizio delle professioni turistiche si consegue mediante la frequenza di appositi corsi di qualificazione ed il superamento di una prova finale di accertamento.

Navigando sulla rete ho trovato due corsi che potrebbero interessarvi, che abilitano alla professione di Guida Turistica, uno per la provincia di Asti e l'altro per la provincia di Cuneo.

L'ente formativo che organizza questi corsi è Apro Formazione.

Il corso abilitante alla professione di Guida Turistica nella provincia di Asti, inizierà a Gennaio 2013 presso Apro Formazione sede di Canelli ed è gratuito per gli aventi diritto (non è dato sapere chi sono gli aventi diritto! Se qualcuno riesce a capirlo me lo faccia sapere. Grazie!).
Per avere informazionii riguardo al corso basta chiamare il numero 0141.835384.

Il corso abilitante alla professione di Guida Turistica nella provincia di Cuneo, si svolgerà presso Apro Formazione sede di Alba ed è un corso a pagamento.
Per avere informazionii riguardo al corso basta chiamare il numero 0173.284922.

Per quanto riguarda la provincia di Asti, i requisiti necessari per partecipare al corso sono:
- Aver superato i 25 anni di età ed essere occupati oppure aver superato i 18 anni di età ed essere disoccupati.
- Possesso del diploma (preferenziali sono diplomi ad indirizzo classico, artistico e linguistico)
- Conoscenza della lingua inglese
- Idoneità psicofisica all'esercizio della professione

Per partecipare al corso è inoltre necessario superare una prova d'ingresso (test a risposta multipla e colloquio orale attitudinale) sui seguenti argomenti:
- buona conoscenza parlata e scritta della lingua inglese
- buona capacità di esposizione e conversazione nella lingua inglese
- conoscenza di nozione di storia dell'arte
- conoscenza di nozioni generali relative al territorio della Provincia di Asti con particolare riferimento all'aspetto storico, artistico, architettonico e archeologico
- capacità organizzative
- facilità di espressione e comunicativa
- nozioni di informatica
- per i cittadini stranieri buona conoscenza parlata e scritta della lingua italiana

Il corso si svolgerà indicativamente da fine Gennaio 2013 a fine Giugno 2013, per circa 2/3 sere settimanali più il sabato.
All'esame finale verranno ammessi solo i candidati che abbiano frequentato minimo l'80% delle ore di corso previste.

Per prenotarsi al test d'ingresso basta inviare il modulo di richiesta e tutta la documentazione necessaria entro il 16 gennaio 2013.
Per scaricare il modulo, conoscere i recapiti a cui è possibile inviare la documentazione e sapere se si può essere esonerati dalla partecipazione di alcune lezioni clicca qui.

Nuovo Bando a Belluno - scadenza 28 febbraio 2013


La Provincia di Belluno ha indetto un nuovo Bando per l'abilitazione all'esercizio della professione di Guida Turistica. Il bando è aperto anche a guide turistiche già abilitate che intendono conseguire l'estensione linguistica e/o territoriale. La domanda di ammissione all'esame dovrà essere presentata entro il 28 Febbraio 2013.

I requisiti necessari sono:
- Cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell'Unione Europea. Sono equiparati i cittadini extracomunitari che abbiano regolarizzato la propria posizione ai sensi della normativa vigente.

- Possesso della laurea di primo livello.
- Conoscenza di due lingue straniere.

Per scaricare il bando completo fornito dal sito ufficiale della Provincia di Belluno clicca qui.
Per scaricare il programma delle prove d'esame clicca qui.

Ogni informazione può essere richiesta a:
Servizio Turismo e Sport, Ufficio Agenzie di Viaggio e Professioni Turistiche
Via San Andrea n. 5, 32100 Belluno
Tel. 0437/959355 oppure 0437/959334
Email: c.decesero@provincia.belluno.it oppure f.rosso@provincia.belluno.it .

22 dicembre 2012

Nuovo Bando in Sardegna - iscrizioni dal 30 dicembre 2012 al 31 gennaio 2013


Ieri, 21 Dicembre 2012, si è svolta a Cagliari, nella sala conferenze dell'assessorato del Turismo, la conferenza stampa in cui l'assessore regionale Luigi Crisponi ha presentato i dettagli del provvedimento che ha riaperto dopo 5 anni i Bandi di Concorso per l'accertamento dei requisiti di qualificazione delle professioni turistiche.

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate dal 30 dicembre 2012 al 31 gennaio 2013.

I requisiti per partecipare al concorso sono:
- diploma di scuola media superiore
- almeno un anno, anche non continuativo, di comprovata esperienza "sul campo", che per le Guide Turistiche comprende attività di accompagnamento o di guida in affiancamento.

Una volta che scadranno i termini di presentazione delle domande, saranno formati gli elenchi degli ammessi agli esami. Questi verranno inviati alle Università di Cagliari e Sassari (e consorzi collegati), che provvederanno all'organizzazione ed espletamento delle prove entro 3 mesi dal ricevimento dell'elenco degli ammessi agli esami.
Le prove si svolgeranno ad Oristano per gli aspiranti Guide Turistiche.
Le commissioni d'esame, nominate dall'assessorato, saranno costituite da:
- docenti universitari
- esperti individuati dalle Università
- docenti di lingua straniera o madrelingua.

La prova scritta consisterà nello svolgimento di quesiti a risposta multipla per accertare le conoscenze di:
- cultura generale
- legislazione turistica regionale
- deontologia professionale
- competenze sul primo soccorso.
Alle GT sono richieste nozioni su:
- opere d'arte
- gallerie
- musei
- mostre
- monumenti
- scavi archeologici
- complessi architettonici e urbanistici
- città e insediamenti umani
- beni demo-antropologici
- testimonianze e storia regionali, compresi arte, folk e gastronomia.
La prova orale, alla quale saranno ammessi i candidati che avranno superato la prova scritta, consisterà in un colloquio vertente su:
- materie della prova scritta
- due lingue straniere prescelte dal candidato tra inglese, francese, spagnolo, tedesco, russo, arabo, cinese, giapponese, portoghese.

Le Guide Turistiche abilitate in altre Regioni o Paesi dell'UE, per iscriversi nei registri della Sardegna, dovranno sostenere un esame integrativo con oggetto peculiarità storiche, archeologiche, monumentali, museali e naturalistiche sarde.

In attesa dell'apertura delle presentazioni delle domande per la partecipazione all'esame di Guida Turistica in Sardegna, clicca qui per leggere l'articolo ufficiale della Regione Sardegna sulla conferenza stampa svoltasi ieri a Cagliari.

Cliccando qui troverete il bando e il modulo di domanda da inviare entro il 31 Gennaio 2013.

11 dicembre 2012

Come diventare Guida Turistica in Sicilia?

Acroliti Dee di Morgantina
Museo Archeologico di Aidone

Eccomi di nuovo qui dopo un breve periodo di lontananza. Oggi pubblicherò il quarto di una serie di post che riguarderanno l'argomento "Come diventare Guida Turistica?".
Dopo aver iniziato con le Regioni più "semplici", cioè dove tutto è ben definito e se chiedi ti rispondono, i prossimi tre post riguarderanno tre Regioni del Meridione dove non sempre è tutto così facile: Sicilia, Campania e Puglia. Essendo siciliana inizierò appunto trattando l'argomento "come diventare Guida Turistica nell'antico Regnum Siciliae". Per le altre Regioni clicca qui.

La Regione Sicilia ha emanato circa un anno fa il bando per diventare Guida Turistica ma vari inconvenienti hanno rallentato il corso naturale delle cose. Ma andiamo per ordine:
La legge a cui fare riferimento per comprendere più o meno la procedura da seguire per diventare Guida Turistica in Sicilia è la Legge Regionale 3 maggio 2004, n. 8 "Disciplina delle attività di guida turistica, guida ambientale-escursionistica, accompagnatore turistico e guida subaquea". Come sempre tratterò solo l'argomento riguardante la figura professionale di Guida Turistica.

La definizione che dà la legge della Guida Turistica è la seguente:
"E' guida turistica chi, per professione, accompagna persone singole o gruppi di persone nelle visite a siti paesaggistici e naturalistici ed a beni di interesse turistico quali monumenti, opere d'arte, musei, gallerie, scavi archeologici, illustrandone le caratteristiche culturali, storiche ed artistiche."
La definizione è più o meno sempre la stessa delle altre Regioni ma che c'entrano le visite ai "siti paesaggistici e naturalistici"? Direi che questo settore poteva anche essere lasciato alle guide ambientali-escursionistiche o agli accompagnatori turistici! Vabbè, nonostante ciò ringraziamo comunque il cielo di avere una legge abbastanza "giovane" che regolamenta le professioni turistiche.

Come si ottiene l'abilitazione?
La legge dice che si ottiene l'abilitazione all'esercizio della professione di Guida Turistica "mediante il superamento di un esame riservato a coloro i quali siano in possesso di un diploma di laurea in discipline afferenti alle materie turistiche, umanistiche e storico-artistiche". Inoltre è necessaria "la verifica della conoscenza di almeno una lingua straniera".
Purtroppo l'abilitazione in Sicilia viene negata a chi non possiede una laurea specifica. Da un lato potrebbe anche essere considerato giusto seguire un certo iter scolastico per diventare Guida Turistica, ma in questo caso, sapendo a quante persone non laureate viene permesso di esercitare in tutta la Regione senza aver superato nessun esame, non tutti potrebbero pensarla così! Continuate a leggere se volete conoscere i fatti!

Ogni quanto tempo viene pubblicato un nuovo bando?
Nella legge regionale siciliana non viene indicato ogni quanto tempo dovrebbero essere avviate nuove procedure di verifica per l'abilitazione. Proprio per questo motivo l'amministrazione ha sempre lasciato correre e finalmente solo alla fine del 2011 è stato pubblicato un bando regionale.

Quali sono i requisiti richiesti?
I requisiti per partecipare all'esame sono:
- cittadinanza italiana o di altro stato membro dell'Unione Europea. Sono equiparati i cittadini extracomunitari che abbiano regolarizzato la propria posizione ai fini del soggiorno nel territorio dello Stato ai sensi del D.lgv. 266/1998 e successive integrazioni e modificazioni;
- laurea triennale, magistrale o del vecchio ordinamento in discipline afferenti alle materie turistiche, umanistiche e storico-artistiche.

Come si svolge l'esame?
All'interno della legge regionale non viene descritto un esame tipo ma per darvi un esempio riprendo il testo del bando pubblicato nel 2011.
Le verifiche consistono in prove orali tendenti all'accertamento delle seguenti conoscenze e competenze:
- la conoscenza della/e lingua/e straniera/e indicata/e dal candidato;
- la conoscenza dei contenuti generali del territorio siciliano e specifici del territorio prescelto, con particolare riferimento alle opere d'arte, ai monumenti, ai beni archeologici, alle bellezze naturali, alle risorse ambientali, alle tradizioni popolari e religiose, agli itinerari turistici e museali;
- le capacità comunicative e le modalità di comunicazione sia per la gestione del gruppo che per il suo coinvolgimento, la capacità di interpretare il contesto territoriale, utilizzando codici e modalità differenti a seconda del target di riferimento;
- elementi di legislazione turistica nazionale, comunitaria e regionale vigente in campo turistico e tutela del turista. Le diverse figure professionali del turismo; la diversificazione dei ruoli; deodontologia professionale;
Alla faccia del programma!

E una volta superato l'esame?
Una volta superato l'esame verrete iscritti nell'albo regionale delle Guide Turistiche. L'"Assessorato regionale del turismo, delle comunicazioni e dei trasporti" vi rilascerà un tesserino di riconoscimento che dovrà essere vidimato ogni 3 anni. Il tesserino di riconoscimento deve essere reso visibile durante l'esercizio dell'attività professionale.

Dalla pubblicazione del bando ad oggi: cosa è cambiato?
Il 30 Dicembre 2011 è stato pubblicato sulla GURS il bando che permetteva di ottenere l'abilitazione all'esercizio della professione di Guida Turistica mediante il superamento di un esame. Le iscrizioni sono scadute il 13 Febbraio 2012.

La legge regionale 8/2004 prevedeva l'istituzione di sezioni all'interno delle quali le guide potevano esercitare. Queste sezioni erano formate da più provincie e cioè: sezione Sicilia occidentale (Palermo, Trapani), sezione Sicilia orientale (divisa poi nel bando in nord orientale e sud orientale) (Messina, Catania, Siracusa, Ragusa) e sezione Sicilia centro-meridionale (Agrigento, Enna, Caltanissetta).
Inoltre era stata istituita la sezione "ad esaurimento" che riuniva tutte le guide turistiche che in passato avevano ottenuto l'abilitazione in uno dei comuni o delle provincie della Regione.
Queste ultime per poter accedere alle nuove sezioni e quindi esercitare in più provincie dovevano o superare l'esame bandito dalla Regione o frequentare corsi di aggiornamento di 300 ore organizzate dall'assessorato da avviare entro 120 giorni dall'entrata in vigore della legge.
Il problema è stato proprio questo! La Regione non ha avviato nessun tipo di corso di aggiornamento e una volta uscito il bando alcune guide turistiche già abilitate hanno bloccato tutto. Si sono appellate proprio al fatto che la Regione non avesse avviato i corsi di aggiornamento e il TAR ha congelato il bando per qualche tempo.
Nel Giugno 2012 l'Assessorato ha sbloccato il bando apportando alcune modifiche così come si legge nell'avviso:
1. Le verifiche per l'accertamento delle conoscenze del territorio riguarderanno l'intera regione.
2. Le guide già in possesso di abilitazione possono esercitare sull'intero territorio regionale senza sottoporsi ad alcuna verifica.
3. L'abilitazione diventa regionale senza più vincoli provinciali.

Alla luce di quanto sopra descritto cosa hanno ottenuto le guide turistiche già abilitate?
Hanno ottenuto di poter esercitare su tutta la Sicilia senza sottoporsi a nessuna verifica di estensione territoriale e questo è indecente a mio avviso.
Cosa hanno ottenuto le/gli aspiranti guida turistica?
Hanno ottenuto che i tempi si sono allungati, non si conosce ancora un calendario per le verifiche e il programma è stato ampliato a tutta la Sicilia senza "sconti".
Ricordo comunque che il programma allegato al bando è solo a titolo esemplificativo e nonostante crediamo che sia vastissimo può anche darsi che gli esaminatori non ne tengano conto. Se vogliamo essere positivi potrebbero esaminarci solo sui siti veramente importanti (e che non siano chiusi al pubblico da tempi immemori), ma se vogliamo essere negativi potrebbero anche chiedere siti che non sono elencati nel programma. Speriamo bene!

Ad ogni modo, ora ci troviamo nella situazione che le guide precedentemente abilitate, anche solo in una provincia, esercitano la professione su tutta la Regione senza che nessuno sappia se siano sufficientemente preparate sull'intero territorio. Inoltre alcuni TO che io definirei "delinquenti" hanno preso la palla al balzo. Essendo che ormai le guide possono "muoversi" hanno avuto la "geniale" idea di reclutarle come accompagnatori turistici. Quindi da una parte il TO risparmia perchè paga solo una persona per l'intero tour senza avvalersi più delle due figure professionali e dall'altra alcune guide turistiche rubano il lavoro agli accompagnatori siciliani che vogliono lavorare nella loro terra.
E pensare che proprio nella legge regionale 8/2004 si cita:
"Nell'ambito di una stessa attività di accompagnamento a singole persone o gruppi è vietato svolgere contemporaneamente le professioni di accompagnatore turistico e di guida turistica da chi sia in possesso di entrambe le abilitazioni", figuriamoci da chi sia in possesso solo dell'abilitazione di guida turistica.
Ormai quindi le due professioni sono diventate intercambiabili, le guide fanno gli accompagnatori e gli accompagnatori fanno le guide. Direi che ci vorrebbe un pò di ordine e fare in modo che i TO non possano prendersi queste libertà solo per il loro tornaconto.

In conclusione per chi non si fosse iscritto all'ultimo bando di esame di Guida Turistica in Sicilia, dovrà attendere la pubblicazione di un nuovo bando. Per chi invece si è iscritto al bando, attualmente è tutto fermo e si spera che prima o poi si svolgano questi esami di idoneità, così come si svolgono in tutta Italia. Per adesso purtroppo, nessuna notizia sulla data dell'esame!

Per leggere gli altri post che spiegano come abilitarsi nelle altre Regioni Italiane clicca qui.
Per essere sempre aggiornato e ricevere i prossimi post iscriviti alla newsletter inserendo la tua email nell'apposita casella in alto a destra della pagina di questo blog.

Di seguito trovate il link della Regione Sicilia in riferimento alla professione di Guida Turistica:
Avvisi Guida Turistica Sicilia