29 febbraio 2012

Corso abilitante alla professione di Guida Turistica - Provincia di Modena - scadenza 28 Marzo 2012


Come precisato nel post "Chi è la Guida Turistica? Come prepararsi all'esame?" alcune regioni predispongono dei corsi formativi abilitanti alla professione di Guida Turistica. Questo è il caso della Regione Emilia Romagna che con delibera di Giunta n. 1515 del 24 ottobre 2011 ha approvato le nuove "Disposizione attuative della L.R. 4/2000 per l'esercizio delle attività di accompagnamento turistico: Guida Turistica, Accompagnatore Turistico e Guida Ambientale-Escursionistica".
La legge recita che per l’esercizio delle professioni turistiche di accompagnamento è necessario possedere i sotto elencati requisiti:
- cittadinanza italiana o di uno stato membro dell’Unione Europea ovvero risiedere in Italia da almeno tre anni;
- abilitazione all’esercizio della professione conseguita con la frequenza a corsi di qualificazione professionale ed al superamento dei relativi esami;
- idoneità psico-fisica all’esercizio della professione certificata dalla ASL del Comune di residenza.

La Provincia di Modena ha autorizzato, per l'organizzazione dei corsi formativi, il centro di formazione professionale Irecoop Modena che ha attivato, a pagamento (900 euro), il corso per Guida Turistica.

Per leggere i dettagli relativi alle modalità di partecipazione al corso clicca qui.
Per informazioni ci si può rivolgere a
IRECOOP Modena Via Emilia Ovest, 101 - 41124 Modena
Federica Bedosti - Tel. 059 3367118 Fax. 059 821682 e-mail: bedostif@irecoop.it

Nuovo Bando ad Ancona - scadenza 04 Aprile 2012



La Provincia di Ancona ha indetto un nuovo Bando per l'abilitazione all'esercizio della professione di Guida Turistica. La domanda di ammissione all'esame dovrà essere presentata entro il 4 Aprile  2012.

I requisiti necessari sono:
- diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale rilasciato da Istituto statale o paritario o di equivalente diploma conseguito in Stato estero, riconosciuto ai sensi della normativa vigente;
- conoscere una o più lingue straniere tra Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo

Per scaricare il bando completo fornito dal sito ufficiale della Provincia di Ancona clicca qui.
Per ogni eventuale informazione gli aspiranti potranno rivolgersi
all’Ufficio Turismo della Provincia di Ancona
Telefono 071/5894476 – 346 - 376




28 febbraio 2012

Chi è la Guida Turistica? Come prepararsi all'esame?

Tanti di noi si chiedono come diventare Guida Turistica. Oggi cercherò di spiegare ai meno informati chi è la guida turistica e come prepararsi all'esame che ci permetterà di accedere alla professione.


Come la definisce la legislazione nazionale
La legge 17 maggio 1983, n. 217, "Legge quadro per il turismo", (legge abrogata) all' art. 11 definiva così la guida turistica:
guida turistica chi, per professione, accompagna persone singole o gruppi di persone nelle visite ad opere d'arte, a musei, a gallerie, a scavi archeologici, illustrando le attrattive storiche, artistiche, monumentali, paesaggistiche e naturali."

La legge 29 marzo 2001, n. 135, "Riforma della legislazione nazionale del turismo",(legge abrogata) ha formalmente abrogato la Legge 217/83 ed ha introdotto una nuova definizione riguardante le professioni turistiche in generale, senza più distinguere le varie figure professionali.
Al Capo II, art.7, comma 5 leggiamo che:
"Sono professioni turistiche quelle che organizzano e forniscono servizi di promozione dell'attivita' turistica, nonche' servizi di assistenza, accoglienza, accompagnamento e guida dei turisti."

Di fatto la L. 135/2001 solo dopo neanche sette mesi è divenuta incostituzionale. Questo perchè con la promulgazione della Legge Costituzionale 18 ottobre 2001, n.3, "Modifiche al titolo V della parte seconda della Costituzione", si è dato pieno potere alle regioni in materia di turismo in quanto «spetta alle Regioni la potestà legislativa in riferimento ad ogni materia non espressamente riservata alla legislazione dello Stato» (art. 117, comma 4).
Da qui la necessità di emanare il D.P.C.M. 13 settembre 2002 secondo cui le regioni si sarebbero dovute accordare su 14 punti. Il problema è che queste si sono accordate solo su due dei 14 punti presi in esame:
1.  "Terminologie omogenee e standard minimo dei servizi di informazione e di accoglienza ai turisti." (cioè "gli uffici di informazione e di accoglienza turistica hanno denominazione unica di IAT e sono contrassegnati all'esterno da tale marchio, comune su tutto il territorio nazionale".)
2. "Individuazione delle tipologie di imprese turistiche operanti nel settore e delle attività di accoglienza non convenzionali".

Pertanto da allora le definizioni di Guida Turistica e le diverse modalità di accesso al conseguimento dell'abilitazione sono state disposte dalle Regioni in maniera differente. In generale quasi tutte le regioni hanno un pò ricopiato la definizione che si dava di Guida Turistica nella L. 217/83.

La novità in materia turistica è arrivata da poco tempo. Si tratta del D.lgs 23 maggio 2011, n.79, (Nuovo Codice del Turismo). Purtroppo però non tratta delle professioni turistiche in modo ampio.
Il Titolo II Capo I art. 6 recita:
"Sono professioni turistiche quelle attività, aventi ad oggetto la prestazione di servizi di promozione dell'attività turistica, nonchè servizi di ospitalità, assistenza, accompagnamento e guida, diretti a consentire ai turisti la migliore fruizione del viaggio e della vacanza, anche sotto il profilo della conoscenza dei luoghi visitati".

Anche qui la legge accomuna diverse figure professionali in un'unica definizione.

L'esame
Dopo questa lunga e noiosa spiegazione sulla legislazione turistica, passiamo ad un'altro argomento: l'esame.
Il bando di esame viene indetto dalle Regioni che col passare del tempo hanno in parte delegato questo compito alle Province. Infatti l'abilitazione di Guida Turistica è provinciale (salvo diversa specifica). Ciò vuol dire che se faccio la guida turistica a Roma non posso farla anche a Venezia poichè non ho superato nessun esame che mi abilita ad esercitare anche nella provincia di Venezia.

Il bando, a seconda della Regione che lo indice, prevede o il superamento di un esame, o la frequenza di un corso di formazione con un conseguente esame, oppure infine un corso di formazione abilitante.
Prendendo ad esempio la tipologia più comune, cioè il superamento di un esame, le materie di studio sulle quali è necessario prepararsi per poter accogliere al meglio un turista nella propria provincia sono:
- Storia della Regione, della Provincia e le varie vicende storiche del mondo che le hanno interessate
- Geografia della Provincia (o Regione)
- Legislazione turistica regionale, nazionale ed europea
- Storia dell'arte (in particolare gli stili che caratterizzano l'impianto urbanistico delle città che si andranno ad illustrare)
- I monumenti più importanti (chiese, siti archeologici, palazzi, musei etc.)
- Una o più lingue in cui si intende esercitare

Ritornando all'esame, esso può suddividersi in:
- una prova scritta e orale
- solo una prova orale
- una prova scritta, orale e pratica

Un argomento che non è facile studiare è sicuramente l'approccio con il turista, le tecniche di comunicazione. Nonostante i vari libri scritti al riguardo che possono aiutare a migliorare le nostre doti espressive e comportamentali ritengo che gran parte del lavoro lo faccia la nostra natura. Intendo dire che se sei una persona facilmente irritabile, che non sa stare a contatto con la gente, che entra in panico nei rari momenti di emergenza allora non è un lavoro adatto a te.

Un altro consiglio che potrei dare a tutti coloro che intendono diventare Guida Turistica è quello di andare a visitare i luoghi appena studiati, raccogliere brochure a destra e a manca per reperire informazioni che a volte non si trovano nemmeno nei libri, recarsi alla più vicina biblioteca comunale e rintracciare libri che ci possono essere utili, e infine chiedere alla gente del luogo, ai parroci, ai guardiani dei musei di raccontarci aneddoti che ci potranno essere utili in futuro per attirare l'attenzione dei nostri turisti a volte un pò annoiati.  

25 febbraio 2012

Bando a Genova - scadenza 2 Marzo 2012


La Provincia di Genova ha indetto un nuovo Bando per l'abilitazione all'esercizio della professione di Guida Turistica. La domanda di ammissione all'esame dovrà essere presentata entro il 29 Febbraio 2012.

I requisiti necessari sono:
- cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell'UE. Sono equiparati i cittadini extracomunitari che hanno regolarizzato la loro posizione;
- possesso del siploma di istruzione secondaria di secondo grado o di diploma conseguito all'estero per il quale sia stata valutata l'equivalenza dalla competente autorità italiana;
- conoscere una o più lingue straniere (massimo tre).

Per scaricare il bando completo fornito dal sito ufficiale della Provincia di Genova clicca qui.
Per ulteriori informazioni, notizie e chiarimenti gli interessati potranno rivolgersi agli Uffici del Servizio Turismo della Provincia di Genova
Largo F.Cattanei 3, Genova-Quarto
Tel 0105499634 - 0105499750

Bando a Firenze - scadenza 29 Febbraio 2012


La Provincia di Firenze ha indetto un nuovo Bando per l'abilitazione all'esercizio della professione di Guida Turistica. La domanda di ammissione all'esame dovrà essere presentata entro il 29 Febbraio 2012.

I requisiti necessari sono:
- cittadinanza italiana o di altro Stato dell’Unione Europea o cittadinanza extra UE con regolarizzazione della posizione ai fini del soggiorno nel territorio dello Stato italiano;
- Laurea in Scienza dei beni culturali, con indirizzo archeologico, in lingua e letteratura straniera, in lettere, in architettura, in scienze del turismo o in altra laurea ritenuta equipollente alle precedenti con superamento dell'esame in storia dell'arte;
- conoscere una o più lingue straniere.

Per scaricare il bando completo fornito dal sito ufficiale della Provincia di Firenze clicca qui.
Per qualsiasi informazione sul bando contatta la Provincia di Firenze:
Palazzo Medici Riccardi - Via Cavour n.1 - 50129 Firenze
Call Center 055.055  Centralino 055.27601

Nuovo Bando a Brescia - scadenza 12 Marzo 2012


La Provincia di Brescia ha indetto un nuovo Bando per l'abilitazione all'esercizio della professione di Guida Turistica. La domanda di ammissione all'esame dovrà essere presentata entro il 12 Marzo 2012.

I requisiti necessari sono:
- cittadinanza italiana o di altro Stato aderente all’Unione Europea. Sono equiparati i cittadini extracomunitari che hanno regolarizzato la loro posizione ai sensi della normativa vigente;
- titolo di studio di istruzione secondaria di secondo grado (maturità). Qualora il titolo di studio sia stato conseguito all’estero, lo stesso è ammesso previa presentazione di traduzione da cui risulti l’equipollenza con il titolo italiano richiesto;
- conoscere una o più lingue straniere prescelte dal candidato fra le 23 ufficiali riconosciute dalla U.E. oltre al cinese, giapponese, russo e arabo.

Per scaricare il bando completo fornito dal sito ufficiale della Provincia di Brescia clicca qui.
Per qualsiasi informazione sul bando contatta la
Provincia di Brescia Settore Cultura e Turismo
Palazzo Martinengo Via Musei, 32 – 25121 Brescia
tel. 030 3749957

XXIII Giornata Internazionale della Guida Turistica

Il 21 febbraio di ogni anno si tiene la Giornata Internazionale della Guida Turistica.

Nel 1990, Mrs. Titina Loizides, presidente della WFTGA (World Federation of Tourist Guide Associations) diede l'avvio alla prima Giornata coinvolgendo ben 15 paesi partecipanti. L'iniziativa era volta a offrire un aiuto alle comunità locali, svolgendo visite guidate per persone disabili, persone svantaggiate, bambini ed il pubblico in generale. Da allora, le guide turistiche di tutto il mondo, in un numero sempre crescente, hanno aderito a questa manifestazione mettendo a disposizione il loro sapere con visite guidate gratuite. 

La XXIII Giornata Internazionale della Guida Turistica 2012 promossa in Italia da ANGT (Associazione Nazionale Guide Turistiche) ha lo scopo di attirare l'attenzione di enti pubblici, organi di stampa e cittadini sull'importanza della figura professionale della guida turistica e sulla sua opera di divulgazione culturale e promozione del territorio.
Anche quest'anno moltissime città italiane hanno aderito all'iniziativa e le circa 20 mila guide turistiche italiane hanno messo a disposizione, per un giorno, le loro competenze e professionalità a titolo gratuito allo scopo di promuovere la figura della guida turistica e i beni culturali delle loro città, cercando di mostrare anche luoghi nuovi e meritevoli di una visita, il più delle volte sconosciuti agli stessi abitanti.

Le guide italiane continueranno ad effettuare visite gratuite a monumenti, musei ed interi quartieri storici nell'ultimo weekend di Febbraio e nel primo di Marzo.

Interessante segnalare l'iniziativa di Venezia che nelle giornate di venerdì e sabato 24-25 febbraio illustreranno le peculiarità dell’Oratorio dei Crociferi e Ca’ Rezzonico. I partecipanti saranno liberi di fare una donazione che sarà poi interamente usata per pagare la pulitura di 2 colonne di Piazza San Marco recentemente segnate da scritte e graffiti.

A Roma sabato 25 febbraio sarà possibile visitare il Palazzo degli Uffici ed effettuare un tour panoramico in pullman del quartiere EUR. Sempre il 25 febbraio a Vicenza visite guidate gratuite al quartiere Scaligero, da Porta Nova alla chiesa dei Carmini mentre a Bergamo sarà possibile visitare il Palazzo della Provincia e il Parco della Scultura. Ed ancora a Roma il 3 Marzo sarà possibile godere della visita al Museo della Civiltà Romana.

Benvenuti sul mio blog

Benvenuti sul mio blog!
Oggi darò inizio alla redazione di post che riguarderanno la figura professionale della Guida Turistica. Gli articoli saranno raggruppati in serie come ad esempio:
- Chi è la Guida Turistica
- Come diventare Guida Turistica
- Come vengono definite le Guide Turistiche nella legislazione nazionale, regionale ed europea
- Dove usciranno i prossimi bandi
- Come prepararsi all'esame per l'abilitazione professionale

Mi presento...
Mi sono affacciata al mondo del turismo quando dopo il liceo mi si è aperta la porta dell'Università. Scelsi una laurea in materia turistica e molti colleghi, me compresa, si chiedevano in realtà quali sbocchi offrisse un corso di laurea incentrato sulle materie turistiche. Ebbene un bel giorno mi sono data la risposta. L'Italia è il Paese che nel mondo vanta il maggior numero di Siti Unesco nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'Umanità: ben 45 tra siti archeologici, città, paesaggi testimonianza di un passato ricco di storia e di capolavori artistici. Questo è il motivo per cui, uscita dall'Università e iniziato a conoscere persone che lavoravano in questo settore, ho deciso di intraprendere la strada della professione turistica. Il mio primo obiettivo è stato quello di diventare accompagnatrice turistica e una volta superato l'esame ho iniziato a collaborare con Agenzie di Viaggio e TO italiani nell'ambito dell'accompagnamento turistico. Adesso ho l'ambizione di diventare Guida turistica per continuare a crescere e concentrare le mie energie sul mio territorio.

Le due professioni a confronto
Ritengo personalmente che il lavoro di accompagnatrice turistica sia molto simile a quello di guida, tanto è vero che durante l'ultimo governo Berlusconi il ministro del turismo Michela Vittoria Brambilla era intenzionata a dare vita alla figura della Guida Nazionale, ma questo è un discorso che tratterò più avanti. Penso che le figure di guida turistica e accompagnatore turistico, nonostante le leggi in materia che le distinguono, non siano poi così distanti. Entrambe svolgono un servizio al turista di divulgazione della cultura nazionale: la guida turistica ha una conoscenza approfondita sul suo territorio di pertinenza, l'accompagnatore turistico invece ha una conoscenza generale sul territorio nazionale ed Estero, se serve, che gli permette di preparare il visitatore alla scoperta dei siti per i quali si richiede l'ausilio della guida locale autorizzata. Pertanto giudico le due figure ugualmente essenziali ed indispensabili l'uno all'altra, mentre nel periodo attuale si assiste ad una guerra continua tra le due professioni.

La mia motivazione
Ho dato vita a questo blog per aiutare tutti coloro che come me si affacciano alla professione di Guida Turistica dopo aver terminato gli studi, reinventandosi una nuova vita arrivati ad una certa età, o che avendo provato l'esperienza di guidare i turisti per il bel Paese come accompagnatori turistici abilitati vogliono specializzarsi anche nel territorio che li ha visti nascere e che vogliono condividere attraverso la professione di Guida Turistica.

Il mio blog è anche il tuo!
Dopo la lettura di ogni post potrai naturalmente lasciare un commento ed esprimere il tuo pensiero, le tue opinioni ed anche le tue critiche.
Spero di aver chiarito le idee riguardanti le due maggiori figure professionali e illustrato con il mio esempio che si può benissimo aspirare a diventare Guida Turistica anche quando, come me, si è già Accompagnatore Turistico. Per chiudere questo discorso, cito di seguito le definizioni fornite di recente dalla provincia di Brescia all'occasione del nuovo bando per l'accesso alle professioni di Accompagnatore Turistico e Guida Turistica:

La qualifica di Guida Turistica è attribuita a chi, per attività professionale, accompagna persone singole o gruppi di persone nelle visite ad opere d'arte, a musei, a gallerie, a scavi archeologici, illustrando le attrattive storiche, artistiche, monumentali, paesaggistiche, naturali, etnografiche e produttive (art. 66 comma 2 L.R. 15/07).
La qualifica di Accompagnatore Turistico è attribuita a chi, per attività professionale, accompagna persone singole o gruppi di persone nei viaggi sul territorio nazionale o all'estero, cura l'attuazione del programma turistico predisposto dagli organizzatori, dà completa assistenza ai singoli o ai gruppi accompagnati, fornisce elementi significativi o notizie di interesse turistico sulle zone di transito al di fuori dell'ambito di competenza delle guide turistiche anche in occasione di semplici trasferte, arrivi e partenze di turisti (art. 66 comma 3 L.R. 15/07).
Ti auguro una buona lettura del blog Guida Turistica. Se vuoi ricevere i prossimi post via email inserisci nell'apposita casella in alto a destra il tuo indirizzo di posta elettronica.