1 gennaio 2014

Petizione sulla Guida Turistica Nazionale



Ciao a tutti, e ancora Auguri di un Felice 2014!

Cominciamo questo anno parlando della Guida Turistica Nazionale.
Forse molti di voi già conoscono l'argomento, per altri invece è qualcosa di astratto.
Pertanto cercherò di spiegarvi a grandi linee cosa si intende per Guida Turistica Nazionale.

Questa nuova figura professionale in realtà non è tanto "nuova" se consideriamo che nel resto d'Europa esiste già.
Quali sono le sue funzioni? Ha le medesime funzioni di una Guida Turistica provinciale o regionale italiana (a seconda delle regioni nelle quali si esercita), e in più ingloba in sé i compiti svolti dagli Accompagnatori Turistici.
Torniamo quindi alle basi della materia! Vediamo come la lontana legge quadro 217/83 definiva le due professioni (prendo ad esempio questa vecchia legge in quanto la maggior parte delle Regioni hanno tratto spunto da questa norma per redigere i testi legislativi regionali che trattano la materia):

- È guida turistica chi, per professione, accompagna persone singole o gruppi di persone nelle visite ad opere d'arte, a musei, a gallerie, a scavi archeologici, illustrando le attrattive storiche, artistiche, monumentali, paesaggistiche e naturali.

- È accompagnatore turistico o corriere chi, per professione, accompagna persone singole o gruppi di persone nei viaggi attraverso il territorio nazionale o all'estero; fornisce elementi significativi e notizie di interesse turistico sulle zone di transito al di fuori dell'ambito di competenza delle guide.

La Guida Turistica Nazionale pertanto accorpa le due professioni.
Quella che noi invece chiamiamo "guida turistica locale" verrà sostituita dalla "Guida Turistica Specializzata" come richiesto dall'UE che però avrà un ambito di azione molto più ristretto rispetto all'attuale.
Mi spiego meglio: la G.T. Specializzata potrà operare solo all'interno di musei o monumenti storici individuati dallo Stato Membro, nel nostro caso lo Stato Italiano.
C'è già stato un tentativo da parte dell'Italia di stilare una lista di siti turistici per i quali veniva richiesta la visita guidata accompagnati da una Guida Turistica Specializzata, ma siccome non riusciamo mai a seguire le regole, lo Stato italiano aveva incluso tra questi anche tutti i Siti Unesco patrimonio dell'Umanità.
Come ben sapete l'Italia è la Nazione che vanta il maggior numero di siti, ben 49 attualmente, e tra questi ci sono interi centri storici (centro storico di Firenze) o persino diverse città unite da un unico filo conduttore (città tardo barocche della Val di Noto), e a meno che non sappiamo leggere né l'italiano, né l'inglese, né il francese, l'UE non aveva richiesto questo! Infatti il Nostro Bel Paese si è trovato in procedura di infrazione.

Ad ogni modo lasciando tutte queste faccende burocratiche, come vi avevo scritto nel precedente post la Guida Turistica Nazionale sta per diventare realtà. Mancano solo alcune linee guida e la revisione delle ultime leggi nazionali e regionali in materia.

Essendo che molti tra i miei lettori sono Accompagnatori Turistici abilitati e per colpa della lentezza di varie regioni nell'emanare bandi, o per scelte personali non sono ancora diventati Guide Turistiche abilitate volevo informarvi di questa petizione creata da Sergio Grom, un collega accompagnatore turistico.
La petizione in questione richiede che anche gli Accompagnatori Turistici Italiani possano avere l'opportunità di diventare Guide Turistiche Nazionali. L'intenzione non è quella di trovare scorciatoie per ottenere una nuova abilitazione, ma si richiede, in quanto cittadini europei, di essere equiparati ai cugini d'oltralpe, come agli amici d'oltremanica.
Dovete sapere che i nostri colleghi europei possono esercitare la professione di Guida Turistica Nazionale in Italia in quanto nei loro paesi d'origine non esiste la distinzione tra guida turistica e accompagnatore turistico.
La questione sorge in quanto un qualsiasi Tour Operator se dovrà avvalersi di un servizio di guida turistica per un intero tour (che quindi non è una escursione giornaliera) non farà più come una volta, quando doveva richiedere una prestazione per l'accompagnamento di un tour ad un accompagnatore turistico, e una o più prestazioni a diverse guide turistiche quante erano le tappe del suddetto tour nelle città da visitare. Una volta che verrà modificata la normativa nazionale, si avvarrà di una sola figura professionale, ossia la Guida Turistica Nazionale che svolgerà entrambe i ruoli facendo di fatto estinguere la figura dell'Accompagnatore Turistico.
Però tutti questi professionisti che lavorano da anni nel settore non possono essere estromessi in tale modo senza consentirgli di continuare ad operare nonostante le novità introdotte dall'Europa. E soprattutto, il nostro Paese non può privarsi di tali figure che hanno contribuito e contribuiscono a mandare avanti il Turismo nello "Stivale".
Quindi approfitto della mia posizione di redattrice del blog per comunicare a tutti gli interessati che potete firmare la petizione in questione cliccando qui .
Potrete quindi leggere l'intero testo della petizione che verrà inviata al ministro Massimo Bray.

13 commenti:

  1. L'Europa ha fatto l'ennesima vaccata in merito. Adesso ditemi cosa accadrà se gli Accompagnatori Turistici - senza laurea né titoli equipollenti - otterranno il titolo di GTN senza nemmeno superare l'esame che siamo riusciti a ottenere dopo più di dieci anni (perché già così ottennero le vecchie guide, costituendo un gravissimo precedente!)...
    Non possiamo far fare tutto ad una sola persona! Non ha senso!
    Adesso mi si dirà che la GTN dovrà persino ottenere la patente per portare i pullman 50pax? Cosa vogliamo, che faccia anche il pilota dell'aereo sul quale viaggiano i turisti? Magari anche il facchino per caricare sul pullman i bagagli, o persino il medico in caso di infortunio... MA SCHERZIAMO?!?

    RispondiElimina
  2. Non si vuole fare nulla del genere Archeo. Ma visto che siamo in Europa e ci siamo messi in questi casini con le nostre stesse mani è bene adeguarci.

    RispondiElimina
  3. Certamente, adeguamento europeo e solidarietà per tutti ! E i laureati in Storia dell'Arte, aspiranti guide turistiche ai sensi della Legge Bersani, il cui percorso d'esame è stato interrotto con l'abrogazione della legge e con conseguente vergognoso annullamento degli esami già superati ? Mi riferisco alla provincia di Venezia. Dov'è la solidarietà per loro? Se si sostiene l'idea che gli accompagnatori turistici divengano guide turistiche nazionali, perché non si sostiene anche il diritto di quei candidati a completare l'esame e conseguire il titolo?

    RispondiElimina
  4. Maria appoggio anche la vostra causa e credo che dobbiate richiedere di poter continuare il vostro iter.

    RispondiElimina
  5. Come al solito si fanno le cose all'italiana e non si pensa MAI ai turisti!!! Voglio sapere come puo' fare le visite guidate a Torino e in Piemonte una/uno che vive a Roma o a Firenze e non conosce BENE il territorio?! Io non andro' a fare le visite guidate nelle altre regioni perche' non li conosco bene e fare una cosa approssimativa SEMPRE NUOCE AI CLIENTI!! Ma siccome qui pensano solo a soddisfare se stessi e non quelli che pagano per cui SARA' UN MACELLO a discapito dei turisti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è una cosa all'europea e non all'italiana. Ad ogni modo credo che come dici tu, come penso anche io, e come la pensano moltissimi altri che ci tengono alla professionalità, non andremo nelle altre regioni a lavorare se non conosciamo bene il territorio. Penso che sia un principio di correttezza. Ne va della qualità della visita. E credo che ciascuno di noi deciderà in base alle proprie capacità il luogo nel quale lavorare.

      Elimina
  6. Ciao, sono Accompagnatore Turistico Laureato e Perfezionato in Guida Turistica e Progettazione di Itinerari Turistici Presso Tor Vergata e Suor Orsola Benincasa di Napoli. Non può assolutamente esistere la Guida Turistica Nazionale, ma solo quella Provinciale e Regionale. L'Accompagnatore Turistico invece è Nazionale e in Europa non è conosciuto con questo nome, bensì con quello di TOUR GUIDE-TOUR LEADER-TOUR ESCORT. L'Italia è l'Unica Nazione al Mondo ad usare la parola ACCOMPAGNATORE TURISTICO dividendola dalla GUIDA TURISTICA. Io dico e confermo che chi non ha studiato nel mio corso dovrebbe farlo per poter lavorare in questa professione.

    RispondiElimina
  7. L'Italia rappresenta una eccezione, sia per la ricchezza e la varietà di opere d'arte sia per la diversità del territorio. L'introduzione di una guida turistica nazionale è assolutamente sbagliata, perché peggiorerebbe il servizio. Esempio della Toscana: per avere l'abilitazione per una sola provincia si studia da un anno e mezzo a due. Storia, storia dell'arte, si visitano paesini e ogni museo del territorio, si sostiene una prova scritta ed una orale, si fa l'orale in lingua straniera. E voi volete perdere queste professionalità? Volete che qualunque accompagnatore possa girare liberamente il territorio e sia autorizzato a vendere fumo ai turisti? Scusate il francesismo, ma è proprio una bella stronzata! Chi firma questa petizione vuole solo aggirare gli ostacoli e sminuire professionalità acquisite!

    RispondiElimina
  8. È inutile che continuate a sbracciarvi. Ormai la guida turistica nazionale esiste. Leggete art.3 legge 97/2013. Come ormai ogni guida turistica in precedenza provinciale o regionale adesso può esercitare in tutta Italia, non vedo perché precludere questa possibilità anche agli accompagnatori turistici. Molti di loro hanno lauree specifiche, gli esami che hanno superato per ottenere l'abilitazione comprendevano l'intero mondo. Se poi mi si dice che si possono attivare corsi, ben venga,nessuno è contro l'approfondimento e l'aggiornamento, anzi io personalmente sono a favore. Ma non si può fare estinguere una professione in tale modo. Come ci sono professionalità acquisite tra le guide ce ne è altrettante tra gli accompagnatori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara amica, io spero che tu faccia l'accompagnatrice turistica un po' meglio di come fai la blogger, perché sennò ci mandi via i clienti. Questo è il testo dell'email diffuso dalle varie agt (associazioni guide turistiche) provinciali, a seguito dell'incontro avvenuto il 1 dicembre 2013 a Roma tra una delegazione dell ANGT (associazione nazionale guide turistiche) e il legislatore. "Di ritorno dall' assemblea di Roma del 1 dicembre, in attesa di un resoconto sintesi che verrà inviato da ANGT, vi comunico che NIENTE È CAMBIATO al momento, ovvero nonostante la legge 97 sia stata approvata, l' art 3 che ci riguarda NON È ENTRATO in vigore, in quanto non è stato prodotto un regolamento attuativo, perciò siamo in attesa di una norma transitoria che lo sospenda e in attesa di un riordino generale della professione. Pertanto non date credito alle voci che sostengono che ormai la guida è nazionale, neanche se arrivano da istituzioni che dovrebbero essere al corrente della situazione, sono prive di fondamento."
      NON ESISTE AD OGGI UNA GUIDA TURISTICA NAZIONALE, SE NON CREDI ALLE MIE PAROLE INFORMATI E VERIFICA; MA SOPRATTUTTO CANCELLA CIO' CHE HAI SCRITTO, PERCHE' LE MULTE PER GLI ABUSIVI SONO ACORA DI 3000 EU.

      Elimina
    2. Intanto le offese gratuite le rimando al mittente caro Stefano. Ti ringrazio per l'informazione riguardo l'incontro di cui non ero al corrente. Ad ogni modo se credete sia meglio avere guide provenienti da altri stati membri che vengono in Italia e svolgono entrambe le professioni contemporaneamente fate pure. Arriverà il giorno che qualcuno verrà multato e si appellerà in tribunale xke in quanto europei dovremmo avere tutti gli stessi diritti e doveri. E a quel punto sarà veramente realtà la GTN.

      Elimina
  9. E quindi gli accompagnatori non esisterebbero più? Non credo sia corretto..anch'io sono d'accordo che l'italia è troppo vasta per poter generalizzare in questo modo..ma quindi in termini pratici gli accompagnatori, anche coloro che non sono in possesso di lauree specifiche, e le guide interessate già in possesso dell'abilitazione avrebbero di conseguenza anche l'abilitazione per Guida Turistica Nazionale, o dovrebbero seguire altri corsi e di conseguenza fare anche altri esami? Non credo che le persone già in possesso di determinate qualifiche siano da penalizzare in questo modo, anche perchè, sia per una che per l'altra professione c'è dietro uno studio molto approfondito, anche se non per forza attraverso un corso universitario. Attendo di sapere cosa succederebbe in termini pratici, perchè in termici teorici tutti sappiamo cosa andrebbe a cambiare, ma qualcuno sa cosa cambierebbe realmente nella nostra realtà?

    RispondiElimina
  10. Io sono Accompagnatore Turistico e mi opporrò con tutte le mie forza per non Sminuire la professionalità selle Guide...Ma come si fa anche solo a pensare che uno sia in grado di spiegare, in modo appropriato, da Milano a Palermo???? In un Paese così culturalmente vasto come l?Italia, é impossibile!!!! Certo, se si vuol lavorare alla carlona...si può...Ma allora dovremmo, poi, accettare odontotecnici che fanno i dentisti, estetisti che fanno i chirurghi estetici, ecc.....

    RispondiElimina