19 aprile 2013

Come diventare Guida Turistica in Puglia?

Castel del Monte
Foto di Antonio75 - http://rete.comuni-italiani.it/foto/2009/185729
Ciao a tutti! E' passato un pò di tempo dal mio ultimo post ma oggi vorrei tornare sull'argomento "Come diventare Guida Turistica?". Oggi vi parlerò di "Come diventare Guida Turistica in Puglia". Per le altre Regioni clicca qui.

La Puglia è una Regione in cui il turismo sta crescendo sempre di più e forse qualcosa comincia a muoversi anche nell'ambito delle abilitazioni professionali per diventare Guida Turistica.
Lo scorso anno è stata emanata la L.R. 25 maggio 2012, n.13 "Norme per la disciplina delle attività professionali turistiche".
Per prima cosa, la Regione ha attuato la "Norma Transitoria" prevista dall'art. 10 della suddetta legge e cioè ha riconosciuto l’abilitazione all’esercizio dell’attività di guida turistica [...] a coloro che dimostrano di aver svolto un’attività compiuta negli ultimi cinque anni anche in modo non consecutivo per un totale complessivo di almeno 100 (cento) giornate.(Regolamento Regionale n.23).
Adesso che alle vecchie guide turistiche senza abilitazione è stata riconosciuta l'attività svolta, è arrivato il momento di aprire questo settore anche alle nuove leve, ai tanti giovani e non che desiderano intraprendere questa attività che fin'ora non era mai stata regolamentata. Si vocifera che quest'anno verrà emanato un bando per permettere di accedere all'esame che consente di ottenere l'abilitazione alla professione di Guida Turistica in Puglia, ma sono solo voci, in quanto fin'ora non c'è nessuna comunicazione ufficiale. In questo modo cerco di rispondere anche a tutti coloro che mi hanno chiesto quando sarebbe uscito il bando!

Ad ogni modo vediamo quali sono i requisiti necessari per diventare Guida Turistica in Puglia.
Per prima cosa la L.R. 13/2012 definisce guida turistica chi, per attività professionale, accompagna persone singole o gruppi di persone in visita a luoghi di culto, musei, gallerie, pinacoteche, mostre, monumenti, scavi e siti archeologici, ville storiche, masserie fortificate, complessi architettonici e urbanistici, o comunque luoghi di rilevanza e attrattività turistica, al fine di illustrare gli aspetti storici, artistici, demo-etnoantropologici, produttivi del territorio e delle opere e manufatti ivi realizzati o conservati.

Come si ottiene l'abilitazione?
L'abilitazione all'esercizio della professione di Guida Turistica si consegue mediante il superamento di apposito esame effettuato dalle Provincie, ma le stesse possono anche organizzare specifici percorsi formativi. Fin'ora però non sono stati attivati nè esami nè corsi di formazione professionale.

Ogni quanto tempo viene pubblicato un nuovo bando?
La L.R. 13/2012 sostiene che le Provincie devono effettuare gli esami con cadenza almeno biennale e che la Regione Puglia doveva adottare entro 60 gg dall'entrata in vigore di tale legge le procedure affinchè si svolgessero questi esami. Ancora tutto questo non è avvenuto ma si spera che a breve verrà pubblicato il tanto atteso bando.

Quali sono i requisiti richiesti?
Per svolgere la professione di Guida Turistica sono necessari i seguenti requisiti:
- Possedere la cittadinanza italiana o di altro membro dell'UE. Sono equiparati i cittadini extracomunitari in possesso del regolare permesso di soggiorno.
- Possesso dell'abilitazione all'esercizio della professione conseguita mediante il superamento del relativo esame di abilitazione professionale.
- Possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado
- idoneità psico-fisica all'esercizio della professione

Come si svolge l'esame?
Ancora non è mai stato svolto un'esame di questo genere in Puglia pertanto da quello che si può eludere dalla L.R. 13/2012 l'esame riguarderà la verifica della conoscenza dei luoghi di culto, musei, gallerie, monumenti, scavi archeologici, ville storiche, masserie fortificate, complessi architettonici e urbanistici. Inoltre, e questa è una novità in quest'ambito, non viene richiesta nessuna lingua straniera. Viene solo specificato che gli aspiranti guida turistica possono sostenere un'esame effettuato dalle Province relativo all'accertamento della padronanza di una o più lingue straniere.

E una volta superato l'esame?
Una volta superato l'esame dovrete fare domanda per essere iscritti negli elenchi istituiti dalle Provincie. La Provincia vi rilascerà l'attestato di abilitazione e l'apposito tesserino personale di riconoscimento, il quale deve essere sempre visibile durante l'attività professionale.
L'abilitazione è regionale quindi potrete esercitare la professione di Guida Turistica su tutto il territorio della Puglia.

Per leggere gli altri post che spiegano come abilitarsi nelle altre Regioni Italiane clicca qui.
Per essere sempre aggiornato e ricevere i prossimi post iscriviti alla newsletter inserendo la tua email nell'apposita casella in alto a destra della pagina di questo blog.

13 commenti:

  1. Sempre le stesse trafile inconsuete qui da noi in puglia... ma allora secondo te quando ci faranno sapere qualcosa sul bando? Voi ci terrete aggiornati vero? :) grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, guarda l'altro giorno ho pubblicato sulla mia pagina facebook come sarà il nuovo patentino in puglia, quindi sembra che comincia a muoversi qualcosa. Sono sempre alla ricerca di notizie che riguardano questa professione quindi non appena saprò qualcosa verrà subito pubblicato qui sul blog o la pagina facebook. Grazie a te che mi segui!

      Elimina
  2. Speriamo bene, sono quasi due anni che sono in attesa che si sblocchi la situazione! nel frattempo sono dovuta "migrare" dalla mia terra! è scandaloso avere la possibilità di lavorare nel posto in cui si è nati e non poterlo fare solo perchè nessuno si è ancora deciso a regolamentare le cose! che degrado!
    comunque questo blog è magnifico! grazie per gli aggiornamenti!

    RispondiElimina
  3. Si sa qualcosa rispetto al bando per l'esame abilitante?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io vorrei saperlo, grazie!! :)

      Elimina
    2. Ancora niente di nuovo :(

      Elimina
  4. Salve, vorrei chiedervi una cosa. Frequento l' ITC e dopo la scuola mi piacerebbe molto diventare una guida turistica. Sono innamorato del Salento e delle sue bellezze architettoniche sin da piccolo. Quanto è attendibile questo lavoro? Cosa dorò fare dopo il diploma? Il lavoro è garantito?

    RispondiElimina
  5. Scusate volevo sapere se l'esame di abilitazione deve sostenerlo anche chi è in possesso di una laurea nell'ambito dei beni culturali ed ha sostenuto sia esami di lingua straniera che di storia dell'arte regionale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Francesco, anche se fino ad ora non c'è mai stato nessun esame, quindi è possibile che all'atto della pubblicazione del bando facciano qualche "sconto" a chi ha studiato di più per ottenere una laurea.

      Elimina
    2. Uno "sconto"? La solita Italia! Si studia una vita per acquisire una professionalità e poi chi come noi ha sudato una laurea in Beni Culturali è costretto a sostenere un test per diventare guida turistica. Mi sta anche bene! Ma sostenere dei test con chiunque sia appassionato di storia dell'arte, questo proprio non lo tollero.
      Racconto cosa mi è accaduto questa estate, mi fermano dei turisti e mi chiedono delle informazioni su un monumento, una parola tira l'altra e mi trovo a raccontargli della storia del luogo, del monumento e di altri monumenti da visitare inerenti quel luogo, alla fine mi ringraziano e mi dicono:" ma lei non è una guida turistica, è un dottore! in cosa?"
      Rispondo: "no signori, mi dispiace, non sono una guida turistica, sono solo laureato in Conservazione dei Beni Culturali".
      Una "comune" guida turistica, ti fa vedere i monumenti. Chi ha studiato la storia e la storia dell'arte non solo quella locale, ma nazionale e internazionale, colloca il Bene nel periodo storico (in maniera corretta), lo paragona ad altri beni del territorio dei visitatori, racconta la storia le vicende che ha indotto a determinate scelte, fa rivivere il Bene nell'immaginario delle persone, sa rispondere alle "assurde" domande degli interlocutori. Gianluca Vero. P.S. scusate lo sfogo

      Elimina
  6. Ci sono novità sul bando per la provincia di Foggia?

    RispondiElimina
  7. Sapete se la L.R. 25 maggio 2012, n.13 è ancora in vigore?

    RispondiElimina